Vai alla Home-Page

 

News aggiornate al 25/12/2016

 

 

Intervista al Campione di Trafoi

Tutti i Video

 

Home Page

Presentazione

Il Club

Storia Club

Carte Panathlon

Premio Mestre

 Pubblicazioni

Olimp. Estive

Olimp .Invernali

vai alla pagina dedicata, grazie

Visita il Sito dell'Associazione per il Bosco di Mestre

Vai al Panathlon Centrale Vai al Sito Area1 Triveneto.....

webmaster:A.F.

La nostra Posta Elettronica...scrivici!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SpecialPage

 

Notiziario del Club 2011

19/12/2011 E anche quest'anno siamo giunti alla tradizionale Festa degli auguri. Un anno pieno di soddisfazioni per il nostro Club: basta scorrere questa pagina e......; ma veniamo alla festa. Nella Sala Parnaso del Hotel Bologna addobbata con un bellissimo Albero di Natale e con le tavole imbandite come si conviene con grandi candelabri in centro tavola che hanno dato la giusta luce per una atmosfera molto accogliente si è svolta la nostra Festa degli Auguri. Quest'anno, accogliendo la richiesta venuta da alcuni soci, abbiamo avuto per tutta la serata l'accompagnamento musicale di Alessandro un caro amico che con le tastiere sa fare veramente di tutto. Ospiti graditi la Vice-Presidente e il Past-Presidente del Club di Bassano con il quale ormai si è instaurato un cordiale rapporto di amicizia reciproca e Francesco Constantini altro graditissimo ospite che ci ha fatto il bellissimo regalo di riprendere tutti gli eventi legati al Trentennale del Premio Mestre e di riversarli e montarli con professionalità in due straordinari DVD . Non poteva mancare naturalmente la nostra -LOTTERIA DI NATALE- che anche quest'anno provvederà a consegnare in beneficenza una discreta somma destinata agli ospedali per bambini seguiti dalla Onlus Fondazione Pietro Mennea. A completamento della splendida serata abbiamo avuto anche il piacere del rientro in famiglia di due Soci : Flavio Asta (atletica) e Massimo Guerri (baskek) e la new entry di un giovane socio Paolo Tadino (judo).

28/11/2011 A conclusione dei festeggiamenti Si consegna Assegno a Sports Around the World Casinò di Ca’ Vendramin Calergi, soci e premiati del 2011 per la conviviale di novembre. Presenti  i campioni: l’emergente canoista Cristina Favaretto, le affermate fiorettista Stefania Straniero e canoista Angela Luisa Prendin, il dirigente sportivo e campione olimpico Andrea Cipressa, i Cronometristi Sportivi Venezia che celebrano il loro 70° anniversario, il campione di “una vita per lo sport” Flavio Asta, la neopromossa in Serie A1 Venezia Calcio a 5, è stata l’occasione per la consegna ufficiale del contributo alla iniziativa solidale verso i bambini e ragazzini dell’Africa più povera, impegnati a giocare a basket grazie a “Sports Around the World”.  Il sodalizio, presieduto dal tecnico di basket delle nazionali giovanili Stefano Bizzozi, era presente con tutto il consiglio direttivo e i 3.000 euro raccolti tra coloro che hanno partecipato alla festa-cerimonia, sostenuta dalla Municipalità di Mestre e dall’Assessorato comunale alla Cultura, della scorsa settimana al Teatro Toniolo sono stati consegnati allo stesso Bizzozi da tutto il Consiglio Direttivo del nostro Club.

21/11/2011 Da www.vesport.it  Atto numero 30 per il prestigioso Premio Città di Mestre per lo Sport organizzato dal Panathlon Club Mestre presieduto da Giorgio Chinellato, quest’anno con il sostegno della Municipalità di Mestre-Carpenedo.  Non solo una cerimonia, ma un vero e proprio evento con grandi riflessi spettacolari grazie ai vari interventi, a flash e conclusivi della manifestazione, da parte del gruppo del M.°Luca Pitteri & VGE Vocal Project molto apprezzato dal pubblico presente.
Artisti di vaglia,
Campioni x30 = il Film by Francesco Constantini & TGS Venezia conduttrice di vaglia in Carola Minincleri, per campioni di altissimo livello. “Campioni X 30” , come recita il titolo del libro celebrativo la cui grafica di copertina è stata frutto di un lavoro specifico degli allievi della V^E del Liceo Artistico Guggenheim (preside Giorgio Chiavallin, prof.ssa Silvia Maguolo). Il tutto evidenziato al Teatro Toniolo di Mestre, alla presenza di oltre 600 spettatori, con il vicesindaco di Venezia, Sandro Simionato, l’ass. alla cultura del Comune di Venezia, Tiziana Agostini, gli ass. allo sport di provincia e comune, Raffaele Speranzon e Andrea Ferrazzi, il presidente dell’Area 1/Triveneto del Panathlon International, Massimo Rosa.   I premi per il 2011, per quello che è diventato forse il più importante Premio multidisciplinare del Nord-Est (minuzioso il lavoro di commissione identificativo dei personaggi da premiare) ha visto salire sul podio:

  •  Atleta emergente: Cristina Favaretto – canoa fluvialeXXX Premio Città di Mestre per lo Sport (2011)

  •  Atleti affermati: Stefania Straniero – scherma/fioretto e Angela Luisa Prendin – canoa fluviale

  •  Società sportiva: Venezia Calcio a 5, neopromosso in Serie A1

  •  Tecnico/Allenatore: Emanuele “Lele” Molin – allenatore del Real Madrid Basket nel 2011

  •  A servizio dello Sport: Cronometristi Veneziani – 70° dalla fondazione

  •  Giornalismo: Antonello Francica – direttore de” La Nuova ”- e Roberto Papetti – direttore de “Il Gazzettino”

  •  Dirigente sportivo: Andrea Cipressa – scherma – campione olimpico e vicepresidente Federscherma

  •  “Una vita per lo Sport”: Flavio Asta – discobolo e pesista – recordman, nazionale, insegnate, tecnico

Tutti i premiati sono stati accompagnati da campioni olimpici (Daniele Scarpa, Mauro Numa, Dorina Vaccaroni, Sandra Truccolo, Simone Cercato-bronzo), campioni mondiali (Fabrizio Pescatori), campioni europei (Manuela Levorato), campioni di calcio (Paolo Poggi, Mattia Collauto), nazionali (Rugby: Tommaso Benvenuti).
Targa speciale a
Federica Pellegrini (hanno ritirato il premio la mamma ed il fratello), presente anche il padre del nazionale di calcio Tommaso Rocchi.
Il SuperPremio del Trentennale è andato all’organizzazione umanitaria e solidale “Sport around the World” presieduta dall’allenatore di basket delle nazionali giovanili Stefano Bizzozi che da anni opera nei paesi più poveri dell’Africa a favore dei bambini e ragazzi di quei luoghi.
La consegna dei libri celebrativi ha consentito in sala la raccolta di un contributo di 3.000 euro che saranno utilizzati per l’intera realizzazione di un campo da basket e non solo per i ragazzini del Sudan appena uscito da una gravissia guerra civile.                                                                                                                                                                           E' pubblicata al seguente link la pagina completa dedicata alla Trentesima edizione del Nostro Premio . Che dire ??  GRAZIE A TUTTI!!! 

28/10/2011 Riceviamo e pubblichiamo - Rien ne va plus - I giochi sono ormai fatti : dopo sette mesi di ricerche, progetti, sistemazioni, correzioni ecc ecc il LIBRO DEI 30 ANNI del Premio Città di Mestre per lo Sport è stato dato "alle stampe".  Sono stato anche io un collaboratore del progetto e essendo stato fianco a fianco giorno dopo giorno del progettista, ricercatore, narratore e fotografo, il nostro Franco Bacciolo, non posso far altro che in queste poche righe ringraziarlo di cuore perché nelle 100 pagine complessive della pubblicazione Lui ci ha messo veramente qualcosa di suo, la sua enorme passione, e chi ha grande passione ha certamente un grande cuore. Grazie Franco, sono orgoglioso di aver lavorato con te, Alessio

Pagina dedicata agli Sponsor del Libro 

La Nuova di Sabato 05 Nov.

clicca sulle immagini se vuoi leggere gli articoli pubblicati

Il Gazzettino di Venerdi' 04 Nov. VeSport di Domenica 06 Nov.

20/10/2011 Incontro con il mitico Pietro Mennea “Certo che ricordo quella pista di Sant’Elena con le curve come fossero gomiti aguzzi. La prima gara che ci feci non andò per niente bene. Realizzai un 20”60 che mi fece arrabbiare. Non tanti mesi dopo ritornai a gareggiare a Venezia e fu 20”20. Entusiasmato, telefonai al commissario tecnico della Nazionale, Prof. Vittori, che non voleva credermi”.   E’ uno dei tanti aneddoti, in questo caso in chiave lagunare, che Pietro Mennea, il campionissimo della velocità di una trentina di anni fa, ha raccontato all’attentissima platea del Panathlon Club Mestre in occasione della conviviale di ottobre.    Ma, ancor più che i gustosi aneddoti, hanno colpito le tante sagge considerazioni di un atleta di immenso valore, non solo sportivo, capace di partecipare al massimo livello a ben 5 Olimpiadi, caso più unico che raro, e capace di conseguire 5 diverse lauree universitarie. “Avessi partecipato a 10 Olimpiadi – ha aggiunto scherzosamente Mennea – avrei conseguito altrettante lauree”.  Quattro i capisaldi del suo pensiero: crescere, apprendere, essere se stessi, lavorare sodo. Su questi presupposti si è sviluppata una carriera sportiva che, tra infiniti trionfi, può annoverare una vittoria olimpica e un record mondiale, 19”72 sui 200 metri , rimasto imbattuto per 17 anni e tuttora traguardo più tentato al mondo. Un record che è ancora adesso primato europeo. “Con quel tempo arriverei anche ora secondo alle Olimpiadi” ha aggiunto con giustificato orgoglio il Pietro nazionale.   Oro olimpico, successi planetari, record, tutto frutto di grandissima serietà, raccontata con misura e sobrietà, con applicazione quasi maniacale, con infinite ore di allenamento. Alla serata hanno partecipato anche il presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva, il presidente Fidal Regionale Vito Vittorio, l’assessore provinciale allo sport, Raffaele Speranzon che ha illustrato il progetto contro ogni droga e per lo sport.   Al termine dell’incontro, Pietro Mennea ha presentato i suoi due ultimi libri i cui ricavi andranno a totale beneficio della OnLus intitolata a suo nome e che si occupa di curare le malattie rare dei bambini di tutto il mondo.(www.fondazionepietromennea.it)

Mennea incontra i giovani - presenta il Vice-Presidente Coniglio Speranzon e il Presidente Chinellato presentano l'iniziativa... ...all'iniziativa si unisce Pietro Mennea Mennea riceve il nostro gagliardetto a ricordo dell'incontro

30/09/2011 Lettera pubblicata su "Il Gazzettino"    Ancora una volta, come spesso in passato, si è voluto far incontrare - in un dibattito pubblico - gli uomini dello sport con i responsabili istituzionali politici. Il solito tema: “gli impianti sportivi in terraferma veneziana”. Il Panathlon già nel 1984, appena sorto a Mestre, organizzò su questo tema un incontro pubblico con gli allora responsabili della amministrazione comunale. Il Coni interroga il ComuneLa conclusione è stata: “siamo pronti finalmente (la telenovela era già storicamente datata!) alla realizzazione dello stadio e questa volta le sede è definitiva (in precedenza si era parlato di San Giuliano!): sarà a Tessera”. Il discorso finì rapidamente ed è stato ripreso qualche anno dopo (siamo nell’era Zamparini) in una riunione conviviale (Il Gazzettino 24 settembre 1988) presente l’allora vicesindaco: “presto arriveranno dallo Stato 20 miliardi che serviranno per la prima tranche dei lavori”. Quanto sopra lo ricordo, ed è uno stralcio della telenovela “lo stadio in terraferma veneziana”, a quanti non conoscono o dimenticano il passato. Il seguito, più o meno recente, lo conosciamo tutti. Il programma previsto delle future strutture sportive in terraferma veneziana ha assunto nel tempo dimensioni notevolmente ingigantite (stadio, palasport, piscine, tennis… e contorni) prospettando il Quadrante di Tessera ove trova lo spazio la cittadella dello sport e del divertimento, pregustando eventi olimpici illusori con proclami di collaborazioni collettive (!) e provocando altresì frequenti collusioni fra i molti interlocutori. Lo scenario è sempre il medesimo ed è certamente condivisibile: Chinellato interroga Coni & ComuneMestre e la terraferma veneziana rappresentano un polo internazionale con accanto Venezia, la città unica al mondo: lo sport e i suoi eventi sono forze trainanti verso traguardi mondiali prestigiosi. Le occasioni per avviare i processi operativi non sono mancate; i personaggi interessati ad interventi concreti sono esistiti ed esistono. Certo bisogna riconoscere che le difficoltà per realizzare i programmi sono state e sono molteplici, ma è altresì vero che esse si presentano spesso insuperabili allorché le stesse forze politiche, succedutesi al potere amministrativo, appartenenti alla coalizione eletta e deputata a risolverle, sono spesso palesemente in conflitto. Ed è chiaro che, se la decisione ultima spetta agli uomini politici, essi sono i responsabili di ogni scelta definitiva. E allora la mia, e credo anche delle molte persone presenti all’ultimo incontro organizzato dal Panathlon di Mestre, è la speranza e con essa l’augurio che le forze politiche trovino quella volontà realizzatrice che da decenni e fino ad ora non è stata espressa. prof. Antonio Serena -presidente onorario- Panathlon  Mestre. Articolo del giornale sull'incontro di Lunedi 26 u.s.

26/09/2011 Imprescindibile: fare squadra. E' la parola d'ordine uscita ieri sera in occasione della Conviviale di Settembre sullo spinoso problema degli impianti sportivi locali. Andrea Ferrazzi e dei lavori pubblici Alessandro Maggioni il presidente  provinciale Coni Renzo De Antonia al tavolo con il nostro presidente.  A sei giorni dalla presentazione del progetto di massima dello stadio di Tessera e un giorno prima dell'incontro del Comune di Venezia con la Reyer per l'ampliamento della capienza del Palasport Taliercio la discussione è entrata nel vivo dell'attualità alla presenza dei tanti dirigenti interessati all'impiantistica a causa in particolare delle regole che impediscono di svolgere attività di rilievo se non in presenza di manufatti di livello adeguato. Lettura del Protocollo di Gand Il Calcio a 5 promosso in Serie A1 e costretto a giocare a Dolo, la Pallanuoto Mestrina obbligata a spostarsi a Padova, la stessa Reyer che dovrà emigrare per un po' o a Padova o a Jesolo fintantoché non saranno sistemati 400 posti in più al Palasport Taliercio.  Ma anche l'Equitazione rimasta senza fondi per ospitare la abituale grande manifestazione al Parco di San Giuliano e l'atletica leggera dello specifico campo di San Giuliano in situazioni di precaria contingenza, Benvenuto al nuovo Socio i perenni problemi di palestre e campi di calcio.  Gli assessori sono stati chiarissimi soldi non ce ne sono per nessun investimento (mancano perfino per le scuole) e l'unico modo per poter fare qualcosa è "fare squadra" mettendosi assieme il più possibile (come fatto da Edo Mestre Calcio e Real San Marco ad esempio) e cercando di monitorare le necessità minime contingenti per intervenire nella minima manutenzione possibile con i quasi inesistenti fondi di bilancio. Per quanto riguarda i grossi investimenti Ferrazzi e Maggioni hanno precisato che il Sindaco Orsoni è stato chiarissimo sul nuovo stadio si cercherà di inserire oltre al calcio anche il rugby Polo Nautico di San Giuliano dove inizieranno i lavori di bonifica dall'inquinamento dei terreni su cui dovrebbe sorgere l'impianto e a cui dovrebbero far seguito gli interventi previsti per le varie società nautiche. Società che nel frattempo si autotasseranno per continuare l'attività senza doversi interrompere.  Il piccolo atleta della Mestrina Minibasket, Paolo Checconi Sbaraglini, ha letto uno stralcio del protocollo emanato a Gand nel 2004 e che ha la finalità di «riportare lo sport al suo significato primario di attività di svago e ricreazione, oltreché di sviluppo di capacità corporee e mentali; riaffermando inoltre l'ideale sportivo e i suoi valori morali ed educativi. Ad inizio di conviviale abbiamo dato il benvenuto ad un nuovo socio : Luibe Todesco

Agosto 2011 Dal racconto del nuovo viaggio di Stefano Bizzozi in Africa : "...omissis... Iniziamo ad allenare i ragazzi delle scuole. Foto di gruppo per iniziare ed "inaugurare" il nuovo campo, presente anche lo stendardo del Panathlon di Mestre, per indicare che il nostro tipo di fare sport ha un valore principalmente sociale...omissis".   clicca qui per immagini e racconto intero   -   clicca qui per video dell'intervista a Sfefano Bizzozi                                    

24/06/2011 E'arrivata l'Estate tutti al Forte Mezzacapo. Dopo il successo ed il gradimento dimostrato all'iniziativa dell'anno scorso di una uscita estiva a chiusura del primo semestre si è pensato di organizzare anche quest'anno una sorpresa che ci consentirà di passare alcune ore assieme in un contesto importante seguendo uno spettacolo, cenare in maniera informale,scatenarsi in canti e balli e, cosa che non guasta mai, fare anche della beneficenza. Venerdì 24 giugno ci siamo quindi trovati al Forte Mezzacapo. E’stato possibile visitare il Forte aperto per noi e ammirare di scultura in legno del maestro Duilio Codato. Assistere ad una un piece teatrale a cura degli Artisti per Caso, cenare tutti assieme, seduti, assaporando l’interessante menù estivo preparato dall’ottima organizzazione. Il tutto è stato allietato dalla musica e dalle canzoni dei  Doppia Coppia con i quali dopo cena è stato possibile ballare o lanciarsi in performance canore con le canzoni anni 70/80. E’ stato un successo al di sopra delle nostre più rosee aspettative in quanto grazie anche agli amici del Club 41 Mestre che hanno aderito numerosi al nostro invito siamo riusciti ad essere veramenti in tanti e questo ci ha permesso di raggiungere l’ultimo importante scopo della serata : il netto ricevo della festa “E’arrivata l’estate tutti al forte Mezzacapo” è stato devoluto al PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) seguito a Venezia dall’amico Franco Carcione. Grazie a tutti per la vostra simpatica ed affettuosa presenza.

15-19/06/2011 Riceviamo e pubblichiamo Si sono svolti a Belgrado (Serbia) dal 15-19 Giugno i campionati europei assoluti di canoa velocità. Le categorie paracanoa, inserite dal 2009 negli appuntamenti iridati assoluti, hanno trovato spazio anche in quelli continentali dallo scorso anno. Questo è stato il primo campionato del 2011 che segue la decisione dell IPC (dic 2010) , comitato internazionale paralimpico , di inserire la disciplina della canoa a partire dai giochi paralimpici di Rio 2016. La rappresentativa italiana era formata da 7 atleti, 3 donne e 4 uomini, coordinati dal ct Patrizia Bacco.  Tania Bettiol  e Denis Veronese, portacolori del Canoa Club Mestre,  dopo aver superato le selezioni, si sono presentati sulla linea di partenza. L'impianto di Belgrado, inserito in un meraviglioso parco cittadino di Ada Cigalijna, non ha deluso le aspettative con una organizzazione impeccabile ed un campo in condizioni perfette. Grazie alla sensibilità  e disponibilità del Panathlon Club di Mestre (un ringraziamento al presidente Chinellato, al segretario Scalise e al tesoriere Ferronato) il nostro atleta Denis Veronese ha portato in gara , con onore, lo stemma del Panathlon, non deludendo di certo le aspettative. Il suo  4 ° posto è un risultato di elevatissimo valore tecnico-sportivo in quanto ha gareggiato nella categoria di atleti con minor disabilità; questa prestazione parte da lontano con un costante allenamento, diretto in modo magistrale dal tecnico Massimo Rossetto,  che lo avvicinerà con più determinazione alle selezioni per l'appuntamento iridato di agosto a Szeged in Ungheria.  Un  mio ringraziamento personale, unito a quello degli atleti del nostro team paracanoa,  al Panathlon di Mestre  per la disponibilità ed il grande senso di spirito sportivo,  Diego Doga', Presidente, Canoa Club Mestre asd.

12/06/2011 Gita Sociale 2011 Un gruppo scelto e qualificato di soci del nostro Club con mogli e qualche amico ha avuto il piacere di partecipare alla nostra gita annuale. Già durante il viaggio c'è stata la prima gradita sorpresa:l' amica Ivana, vicepresidente del Club di Bassano, si è fatta accogliere con delle squisite focacce, preparate apposta per noi da un'artigiana di Bassano. Così, facendo merenda, non ci siamo neppure accorti che la prima parte del viaggio-gita era terminata con l'arrivo al Museo Nicolis ove il proprietario, Comm.Nicolis in persona ha voluto darci il benvenuto per raccontare della sua vita e della sua idea di Museo che abbiamo poi visitato con una bravissima guida.  Per riprenderci della "faticosa visita"al Museo ci siamo rifocillati in uno dei più rinomati ristoranti della zona ove non solo abbiamo apprezzato la bontà dei tortelli di zucca, ma con un' intervento reso possibile da amici, abbiamo potuto acquistare, a negozi chiusi, alcune porzioni di tortelli da portare a casa. Al pranzo abbiamo avuto una piacevole e molto gradita sorpresa: il nostro vicepresidente Fabrizio Coniglio, di ritorno dal viaggio di nozze ha voluto raggiungerci con la neo sposa alla quale approfittiamo per rinnovare il nostro abbraccio e saluto affettuoso. A quel punto bisognava smaltire le libagioni: ed allora il programma ha previsto la visita alla vicina e splendida Borghetto. Dopo una "fresca "passeggiata"abbiamo raggiunto i Musei di San Martino e Solferino che abbiamo visitato con una preparata guida che ha saputo farci ripassare la lezione di storia. Alcuni soci si sono dimostrati preparati in materia come se ci fossero già stati o avessero vissuto tali esperienze. Al termine, sufficientemente stanchi ma soddisfatti abbiamo ripreso al via di casa ma, per non farci mancare nulla, l’organizzazione ha proceduto alla estrazione della lotteria organizzata per l' occasione. Nonostante la presentazione di un reclamo infondato e non accolto il tutto è finito con un applauso per il fortunato vincitore. L'appuntamento è ,anche per gli assenti che hanno perso l'occasione di stare con gli amici del Club, per l' anno prossimo. Oltre a quelle qui sotto potete trovare altre immagini visitando la pagina dedicata.(clicca qui)

 

05/06/2011 Domenica 5 giugno, alla presenza delle autorità, atleti e dirigenti delle società sportive veneziane, si è tenuta nella magica cornice di Villa Farsetti la “Festa dello sport veneziano”.  L’ambito premio dedicato alla memoria di Gianluigi Levorato, presidente del comitato regionale del Coni dal 2000 al 2005, è stato assegnato al nostro Presidente Giorgio Chinellato,  Durante la cerimonia sono stati inoltre premiati i “Veneziani sul podio”, riconoscimento riservato agli atleti che più si sono distinti nel corso del 2010. (vedi locandina)

30/05/2011 Le Emozioni dello Sport attraverso le immagini - Cinema e Olimpiadi, stesso anno di nascita: 1896. - Fratelli Lumière e Monsieur De Coubertin idealmente insieme. - Cinematografia e Sport perennemente insieme. - Straordinari i filmati presentati alla conviviale di maggio del Panathlon Club di Mestre dal Prof. Franco Ascani, inventore e presidente da 29 anni di Sport Movies & TV della FICTS. - E la panoramica di filmati selezionati tra le 3.000 ore di immagini archiviate presso la Federation Internationale Cinema Television Sportifs è stata di straordinaria efficacia, ammaliando la consistente, attentissima e plaudente platea. - Condita da rapide e ficcanti parole di Ascani, panathleta e past president del Panathlon Club di Milano, oltre che docente all’Università di Milano e direttore del Master Business Sport dello stesso ateneo, i restaurati fotogrammi delle Olimpiadi di Atene 1896, di Londra del 1908, dello sfarzo di Pechino 2008 (38 ore impiegate per il solo montaggio) hanno avvinto per valore storico, sensibilità emotiva, sublimazione del colossal che rappresenta lo sport dei giorni nostri. - Ma Ascani ha voluto far volteggiare su tutto i principi fondativi di quel movimento che, in qualsiasi lingua, si pronuncia allo stesso modo: sport. Sport in cui il rivale è “avversario, mai nemico”. - Rivale “senza il quale io non saprei chi sono e cosa valgo”. - Rivale e amico, come il bambino di 5/6 anni che, in una sperduta campagna asiatica in cui tutti hanno gli occhi a mandorla, pratica con un coetaneo la lotta davanti a tanti altri bambini correttamente plaudenti e, sulla spalla del piccolo perdente e infantilmente piangente, allunga la manina con tanto struggente garbo per consolarlo e trasmettergli affetto e condivisione tale da far emozionare tutti gli spettatori. - Immagini, come quelle giunte dal martoriato Afganistan, in cui si vedono decine di bambini raccogliere centinaia di bossoli di pallottole per sgombrare un campo di battaglia e farlo diventare un campo di gioco col pallone. Un gioco che finisce con gli stessi bambini a ricostruire per terra e con gli stessi bossoli i cinque cerchi olimpici. Immagini, però, anche ricche di gioia e di allegria contagiosa, di sorrisi e di risate serene come si richiede a chi, e sono (quasi) tutti, considera lo sport solo quello che è e che voleva essere quando è nato: un gioco. - Il Prof. Franco Ascani ha anche presentato la 29^ edizione del Film Festival della FICTS, una rassegna che si sviluppa in 14 luoghi diversi di tutti e cinque i continenti e che porta alla finale mondiale di Milano (28 ottobre – 2 novembre) i migliori prodotti selezionati e che verranno premiati nel corso di una ormai celeberrima serata di Palazzo Marino a cui parteciperanno tantissimi e inarrivabili personaggi dell’élite dello sport internazionale. Vista la straordinaria qualità dell’insieme, dell’interesse suscitato e del fatto che Venezia e Mestre sono sedi di primo rilievo nel mondo della cinematografia, l’Assessora alla Cultura del Comune di Venezia, Tiziana Agostini, ha voluto chiudere la serata, sapientemente condotta dal Presidente del Club Giorgio Chinellato, promettendo un prossimo ed auspicabile  ingresso delle iniziative FICTS all’interno delle grandi manifestazioni cinematografiche lagunari.

Festival del Cinema e della Televisione Sportiva 2010 Chinellato presenta Ascani Ascani presenta lo Sport nelle Immagini La platea si scalda arrivano le domande Ad Ascani il ringraziamento di Mestre Vai al sito della FICTS - SportMovies&Tv

rassegna stampa : Il Gazzettino - La Nuova

18/05/2011 Umberto “Lollo” Levorato Il nostro Club piange uno dei primissimi suoi Soci.  Umberto Levorato si è spento questa mattina a Favaro Veneto dove risiedeva con la famiglia, avrebbe compiuto 80 anni tra poco. 15 caps con la Nazionale di rugby tra il 1956 ed il 1965, capitano azzurro nel 1961 contro la Germania e quindi nel 1965 contro i Transalpini. E’ stato pilone del Treviso e delle Fiamme Oro, 5 volte Campione d’Italia e precursore nel giocare all’estero, nel campionato francese. Levorato è stato anche allenatore e nel 1972, ha guidato la Nazionale in quattro incontri : una vittoria, due pareggi ed una sconfitta.

Levorato 1956 Levorato in azione Ancora in Nazionale

12/05/11 Nella porzione del Bosco di Mestre intitolata al ragazzo afghano Zaher, in via Altinia, tra Favaro e Dese, avrà luogo l'edizione 2011 della manifestazione «Un albero per ogni bambino», promossa dall' associazione per il Bosco di Mestre in collaborazione con l'Istituzione Bosco e Grandi Parchi e gli Itinerari Educativi dell'Assessorato comunale alle Politiche Educative. All'evento parteciperanno settecento bambini di prima elementare delle scuole del Comune di Venezia, che proveranno l'emozione di piantare un albero in una parte di bosco che sarà a loro intestata. L'iniziativa è realizzata anche grazie al contributo dell'Immobiliare Veneziana, dell'Actv, della Protezione civile, di Veritas e della Croce Verde di Mestre.

     

Convegno dal titolo Mestre Città incompiuta : Nel pomeriggio, all'incontro organizzato al Candiani hanno partecipato il sindaco Giorgio Orsoni, il vice Sandro Simionato e gli assessori all'Urbanistica Ezio Micelli e Mobilità e Viabilità Ugo Bergamo, moderati dal capo dell'edizione veneziana de Il Gazzettino, Tiziano Graziottin. «Ai nostri amministratori desideriamo chiedere maggiore determinazione nella progettazione ma soprattutto nella realizzazione degli interventi preventivati. Non è infatti possibile arrivare a discutere all'infinito», ha introdotto Antonio Serena, nostro Pres. Onorario e coordinatore del Comitato Interclub Service, l'organismo che mette insieme 10 gruppi organizzati attivi in iniziative umanitarie, sociali, sanitarie, culturali, educative e sportive. Si tratta del Lions Club Mestre Castelvecchio; Lions Club Mestre Host; Lions Club Technè; Lions Club Venezia Marghera; Club 41 Mestre; Panathlon International Club di Mestre; Rotary Club Venezia Mestre; Rotary Club Venezia Mestre Torre; Round Table 32 Mestre; Soroptimist International Venezia Mestre. I Club service nel settembre scorsohanno organizzato una grande mostra alla Torre civica per presentare alla cittadinanza i rispettivi impegni e progetti. In quell'occasione era stato distribuito un questionario ai visitatori, con il quale erano state raccolte e registrate le note positive e negative sulla città vista dai suoi abitanti presentate proprio in questo convegno. Qui potete trovare una serie di immagini esposte durante il Convegno.

L'introduzione del prof.Antonio Serana   Vice-Sindaco ed Assessori competenti   Chinellato interroga il Sindaco Orsoni  Leggi tutto l'articolo

15-16/04/11 La 2 giorni Panathletica. Mentre, a vario titolo, molti Soci Consiglieri erano impegnati con le loro Federazioni Sportive compreso il Presidente, alcuni di noi hanno rappresentato il Club durante tutto il fine settimana: Venerdì sera a Bassano siamo stati invitati dal locale Panathlon Club ad assistere alla manifestazione "Bassano 1985-2011" celebrativa del Campionato del Mondo di Ciclismo su Pista e Strada con la presenza di numerosi Campioni dell'epoca e rappresentanti del Organizzazione dell' evento che fece storia per lo sport delle Due Ruote con in testa presidente il Cav.Tognana e il direttore Mosole.

Sabato mattina al CONI di Mestre il nostro Segretario è stato ad una riunione di gruppo voluta dal Governatore Rosa (Mestre,Chioggia, PortogruaroSanDonà, Treviso); per discutere sulle incombenze tecnico/amministrative relative alla struttura stessa del Panathlon : International - Distretto Italia - Area 1 - Club.    Sabato pomeriggio, per finire, con la sapiente mediazione del Presidente e del Past Presidente del Club di Portogruaro-SanDonà è stato ricucito lo "strappo" che si era creato alla consegna dei Premi Mestre per lo Sport 2010 per l'assenza di uno dei Premiati: siamo stati invitati dalla Società PortogruaroSummaga ad assistere alla partita del Camp. di serie B alla Stadio Mecchia dove si è svolta a pochi minuti dal fischio d'inizio una breve ma significativa cerimonia di consegna che è stata ripresa anche dai canali Sky. Nota dolente la squadra di casa è stata sconfitta dalla Triestina, concorrente nella lotta per non retrocedere per 1 a 2.

08/04/2011 Il giornalista Maurizio Dianese l’ha definito il posto più bello della nuova Mestre.  Il nostro socio, lo storico Sergio Barizza, ha spiegato perché, pur in terraferma, è l’ultimo numero civico del Sestiere veneziano di Cannaregio.  Il presidente dell’Ordine dei Medici veneziani Maurizio Scassola, graditissimo ospite ha parlato di “Venezia in salute”, manifestazione che il 16 ottobre porterà proprio al Parco di San Giuliano una moltitudine di gazebo all’interno dei quali tanti medici riceveranno chi vorrà riflettere sui rischi per infarto, diabete e quant’altro e ottenere informazioni sul proprio stato di salute.  Stato di salute in via di “guarigione” anche per il Polo Nautico di San Giuliano dove, appunto, il Panathlon Club Mestre, presieduto da Giorgio Chinellato, si è recato in “trasferta” in occasione della conviviale di aprile e in contemporanea col Salone della Nautica, per conoscere gli sviluppi e l’evoluzione sportiva dei tanti progetti e realizzazioni sia di grosso impatto logistico che gestionale, che le 6 associazioni (Canottieri Mestre, Canoa Club Mestre, Voga Veneta Mestre, Circolo Velico Casanova, Spes Mestre, Circolo Vela Mestre) gestiscono, dopo il ritrovato armonioso accordo, nell’ambito del grande complesso di atleti, amatori e barche (rigorosamente senza motori).  Durante la serata è riemerso prepotentemente il vecchio progetto di creare un campo gara in zona Secca de la Sepa dove poter disputare competizioni remiere anche di rilevanza internazionale.  Rilievo, internazionale e nazionale, che i clubs presenti a San Giuliano ha già conquistato fregiandosi, negli anni, di innumerevoli titoli e contribuendo saldamente ai tanti successi nel Palio delle Repubbliche Marinare, sotto il vessillo di San Marco.

30/03/2011 Oggi 30 Marzo 2011, alle ore 18.00, presso la sede del CEIS Don Milani, viale San Marco 172, Mestre, in seconda convocazione si è riunita  in assemblea l’Associazione per il Bosco di Mestre. Verbale Assemblea (a). - Relaz.del Presidente (b) - Bilancio 31/12/10 (c) - 

21/03/2011 Conviviale di marzo scientifica quella dedicata dal Panathlon Club di Mestre al Basket.  Per la prima volta in Italia è stato presentato, ai Panathleti mestrini e ad una nutrita delegazione di dirigenti del basket locale, un innovativo e scientificamente studiato progetto rivolto dalla Federazione Italiana Pallacanestro al basket giovanile.  Relatore il Consigliere Federale Nazionale delegato a Minibasket, Settore Scolastico e Giovanile, nonché socio Panathlon Mestre, Eugenio Crotti che ha illustrato lo studio avanzato per gli interventi psicomotori nei confronti dei giovanissimi, della formazione socio-pedagogica dei loro tecnici, per l'incentivazione, attraverso svincolo risarcito, alla cura dei vivai.  Si tratta del "Progetto 519" cioè dai 5 ai 19 anni che il Presidente Regionale FIP, anche lui socio Panathlon Mestre, Matteo Marchiori ha voluto far conoscere ai sodalizi locali stimolandoli, durante il corso della serata, a proporre le loro opportune considerazioni.(Rassegna Stampa 1 2) Gradito ospite della serata anche il Presidente del Mirano Rugby Enrico Nali che ha ragguagliato sul lavoro del suo Club, appena terminato e già esposto a Mirano in tre precedenti serate, incentrato sul tema dell'attività giovanile a 360 gradi: famiglia, scuola, educatori, allenatori, dirigenti, atleti: scarica qui il documento presentato. Durante la serata il Club ha dato il benvenuto ad un nuovo socio : Francesco Lattaruolo

Matteo Marchiori e Giorgio Chinellato Il nuovo Socio Francesco Lattaruolo

05/03/2011 Panathlon vs Doping : Lettera del nostro Presidente Onorario al Governatore dell'Area 1 Massimo Rosa. 

" Caro Governatore, io leggo regolarmente le Tue riflessioni d'attualità sportiva e non che ci invii via mail e delle quali condivido per lo più lo spirito costruttivo in termini di cultura sportiva. Ti devo però confessare che da vecchio panathleta mi piacerebbe anche che non fosse mai assente anche qualche proposta positiva propria della nostra attività.  Per esempio: non mancano purtroppo esempi di atleti dal comportamento assolutamente  iniquo (in modo particolare il dopato). Perché non proporre a chi di dovere che  l'atleta dopato e con lui quanti sono implicati in questo comportamento vengano immediatamente radiati da ogni veste sportiva? E' una mia vecchia proposta sempre disattesa e pur tuttavia degna di più di qualche considerazione; e non mi si venga a dire che ci sono interessi commerciali o quant'altro! Il Panathlon indica ai giovani quale scuola di vita uno sport pulito e chi abiura questo sport non deve per nessun motivo essere perdonato con sanzioni temporanee: va immediatamente allontanato definitivamente. Non Ti nascondo il mio disagio (e penso di non essere solo) quando vedo da Panathleta  (già atleta, già presidente di società sportiva, medico e quindi consapevole dei danni fisici in essere sui dopati, e sopratutto oltre che padre ora nonno di giovani che si avvicinano alla pratica sportiva) come tacitamente il Panathlon International sembra subire ogni, a mio avviso,perversa decisione in merito. Il Panathlon International ritengo abbia molta voce per poter dire al mondo intero cosa pensa dello Sport quale scuola di vita e non può certo sottrarsi ad accettare tacitamente decisioni poco consone con i nostri impegni statutari. Quando nel lontano 1956 il col. Viali, a nome del Panathlon da pochi anni nato a Venezia, premiò quattro atleti della Coin Mestre vincitori e primatisti italiani di atletica leggera lo fece indicando lo spirito con il quale quegli atleti praticavano lo sport così ben definito nello statuto panathletico: io sono uno dei quattro e sento tutto il dovere di esprimerTi la mia ribellione a come oggi venga difeso questo spirito panathletico. Lo faccio credimi anche a nome di chi oltre cinquant'anni fa a creato il Panathlon diffondendolo nel mondo. Questo è quanto io penso e non lo ritengo riservato. Con cordialità Prof. Antonio Serena, Presidente Onorario Club Mestre. "

A seguito di questa lettera il periodico di informazione “Il Caffè” edito via Internet dal Governatore Massimo Rosa è stato dedicato integralmente a questo grosso problema ponendo dei quesiti ed attendendo delle risposte e/o prese di posizione…arriveranno???.   Chi non l’ha letto lo può scaricare qui.

 

Il Sindaco di Venezia Avv.Orsoni

21/02/2011 Quanto può essere utile il cavallo! Forse non più come per millenni è stato, per altri scopi (anche per qualche motivo antico), ma pur sempre straordinario interprete di un rapporto con l’uomo che va anche al di là del semplice uso di maniera.  Nuovi (nuovi si fa per dire) scopi che spesso si intersecano con lo sport o che attraverso la fruizione sportiva avviano ad approdi nobili, quali l’aspetto riabilitativo motorio, soprattutto per sfortunati e gravi portatori di handicap, molto spesso in età infantile, adolescenziale, comunque giovanile.  Per non parlare degli aspetti turistico-ambientalistici e delle nuove (antiche) vie di collegamento  riservate esclusivamente a chi le percorre a cavallo.  Di tutto questo si è parlato alla Conviviale di Febbraio del nostro Club, con la co-organizzazione del socio panathleta Enrico De Sordi, presidente della VECA (Associazione Venezia Cavalli Ambiente), con i rappresentanti di ENGEA (Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali); FISE (Federazione Italiana Sport Equestri); ANIRE (Associazione Nazionale Italiana Riabilitazione Equestre);  Ospiti e relatori : l’Architetto A. Bertin che ha parlato delle ippovie, ed in particolare della Mestre-Jesolo in avanzata fase di progettazione e prossima realizzazione, la Dott.ssa Elisabetta Ticcò della Federazione Sport Equestri che ha ripercorso la storia del cavallo e la parte prettamente sportiva dell’equitazione, la Dott.ssa Danielle Nicolas Citterio dell’Università di Brescia che ha spiegato il senso dell’Ippoterapia.  Ma anche dalle tantissime autorità presenti, Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni in testa, sono arrivati tanti positivi messaggi verso l’amico cavallo.  Il Sindaco Orsoni ha raccontato una sua esperienza a La Camargue e la sua successiva riflessione sulla bontà della realizzazione di un simile percorso attorno alla Laguna.  L’Assessore provinciale Paolo Dalla Vecchia ha parlato con fervore della ippovia che percorrerà mezzo arco della laguna. Mentre saluti di condivisione sono arrivati dal Vicesindaco di Venezia, Sandro Simionato, dall’Assessore provinciale Raffaele Speranzon, dall’Assessore comunale Andrea Ferrazzi, dal Presidente provinciale Coni, Renzo De Antonia.  L’Architetto Gianni Caprioglio, presidente Parchi di Mestre, oltre che a condividere l’obiettivo dell’introduzione del mondo del cavallo anche nei parchi mestrini, ha prospettato la possibilità che anche l’Isola di Campalto possa essere favorevolmente utilizzata per portarci i cavalli e far svolgere manifestazioni equestri.  Di riutilizzo a scopo equestre nelle sue varie sfaccettature, ippoterapia in primis, della Polveriera Manin  nel Parco di San Giuliano ne ha parlato De Sordi, ben sostenuto dal Presidente del Panathlon Club Mestre, Giorgio Chinellato. Un possibile riutilizzo che ha trovato convinti sostenitori tutti gli amministratori pubblici presenti.  Per il cavallo, per i suoi usi, per il suo sport, si profila una lunga e adeguata strada.

Qui articolo pubblicato da -Il Gazzettino- e qui il video della serata

Eccoi alcuni contenuti presentati : Veca Presentazione   Ippovie certificate e libretto presentazione - Anire presentazione

Arch. A.Bertin Enrico DeSordi Assessore Prov.le Paolo DellaVecchia Dott.ssa Elisabetta Ticcò

09/02/2011 Il Comune di Venezia, per la 10 volta, consegna al Teatro Toniolo il premio Atleta dell'anno (2010) e il nostro Club non può che essere contento per la scelta in quanto per la categoria Atleti Emergenti del Premio Città di Mestre per lo Sport edizione 2008 fu premiata l'atleta della Spes, Linda Zennaro e quindi il nostro premio si conferma, l'albo do'ro ne è una prova, un porta fortuna ed uno sprone a questi giovani atleti per confermarsi negli anni successivi ai massimi livelli nazionali ed internazionali. (foto_VeSport) (art._VeSport)

06/02/2011 Articolo pubblicato da - Il Gazzettino -

24/01/2011 Si è svolta presso il ristorante del Bologna&Stazione in Mestre l'annuale Assemblea Sociale Programmatica. Il Presidente Chinellato dopo aver espletato alle usuali incombenze statutarie illustra il programma svolto nel suo nuovo primo anno di presidenza ringraziando tutto il CD per l'aiuto fornito ed espone ai presenti il programma di massima per l'attività del Club relativamente al 2011 soffermandosi in modo particolare all'impegno che il nostro Club dovrà mettere in campo per festeggiare in modo adeguato il nostro PREMIO CITTA' di MESTRE per lo SPORT che raggiungerà nella tradizionale data del 21 novembre prossimo il 30mo anno consecutivo di presentazione di sportivi di tutte le categorie degni di ricevere questo riconoscimento. Chiede altresì ai soci presenti di fornire a loro volta nuove idee per rendere sempre più coinvolgenti ed interessanti le nostre attività. Informa i soci presenti che per il mese di Febbraio con il prezioso aiuto del socio Enrico DeSordi presidente della Associazione Venezia Eventi Cavalli e Ambiente (VECA) una serata interamente dedicata al Cavallo e al prezioso aiuto che questo meraviglioso animale può dare.

Free counter  

Panathlon International Club di Mestre

via del Gazzato 4, c/o Coni Provinciale

Tel-3459093489

La nostra Posta Elettronica...scrivici!!

   

 

 

Vai alla Home-Page

Archivio Notizie

        2016

        2015

        2014

        2013

        2012

        2011

        2010

        2009

        2008

        2007

        2006